Sous la plage

 

E' la storia in fieri dei sogni di una comunità sfaccettata e meravigliosa di persone - i miei amici- che, confinata dal virus e presa dall’urgenza sempre più quotidiana di reinventarsi, si riunisce nell’inconscio.

Dandosi alcuni tra gli appuntamenti più esotici e romantici di sempre, ovvero in stile subsimbolico! 

Stanotte tu sogni la torre, la notte dopo l’ho sognata io.. poi la torre mette le pinne gialle sul tetto, poi allora arriva il terrazzo sul mare, condiviso, scambiato, e questa volta come per ognuno dei luoghi onirici incontrati sembrerebbe proprio: convissuto.

Come se mi fosse stato dato il ruolo di regista mi concentro su queste connessioni o ricorrenze di elementi, di colori o di interi scenari, e nel farlo prende forma quello che si può descrivere come il soggetto comune di sogno, protagonista di una tanto epocale quanto condivisa prova di resistenza.

Torino, Marzo 2020

 

 

 

IMPORTANTE: Per chiunque volesse far parte della ricerca che sto portando avanti sul soggetto collettivo nei sogni, sono felice di ricevere resoconti onirici scritti a questo indirizzo souslaplage@libero.it o al mio personale. 

 

 

Per approfondimenti, souslaplage.net

*